.

.

22 ottobre 2014

Ricordi in cornice


Tutti in fila vanno appesi,
per ricordar momenti lieti:
di quando misi i piedi in mare
o di quando, la cima del grande albero,
cominciai a scalare;
di quando ho incontrato un pesce volante,
o di quando ho giocato con un elefante.
Ma la cosa più bella è
che, quando un ricordo di me appenderai,
anche una parte di me, nella tua casa, porterai!


16 ottobre 2014

La tazzina di bosco


"Mi piace l'autunno, perché nei boschi, sotto il tappeto di foglie gialle e rosse, si celano sempre tanti tesori.

Una volta, mentre ero a cercar funghi blu per la mia zuppa, trovai addirittura una tazzina che spuntava proprio vicino ad alcuni di loro. Pensai che qualcuno doveva averla gettata via e quando decisi di raccoglierla, mi accorsi che era aggrappata al terreno, proprio come un fungo!
Dovevo averla! Era troppo bella e mi poteva far comodo per bere il mio té.
La sradicai, la misi nel cesto insieme ai miei funghi e mi avviai verso casa, attraversando tutto il bosco.
Oggi ho ancora quella tazzina, non l'ho mai usata tanto è bella ed a primavera fa spuntare fiori blu, proprio del colore dei funghi che le erano accanto. Ma, la cosa più bella è che, tutti gli anni, in questo periodo, lungo il sentiero che percorsi con il mio cesto sottobraccio, nascono tante tazzine come quella, grazie alle spore che lei ha lasciato cadere dal mio cesto, creando una via."

Signor Fox




10 ottobre 2014

Ti racconto una spilla


Ti racconto di quella volta che, seduta sull'autobus che mi portava a scuola,
guardavo fuori dal finestrino e, presa dal torpore ancora del mattino,
mi rilassavo e sognavo, mentre guardavo le foglie degli alberi lungo la strada.

Ti racconto di quella volta che rimasi incantata nel guardare le luci del luna park brillare,
proprio quando il sole comincia a calare
mentre un profumo di brigidini ancora caldi e croccante mi raggiungeva.

Ti racconto di quella volta che, con il naso incollato alla finestra,
mi divertivo a lasciare l'impronta del respiro sui vetri
mentre fuori pioveva e faceva freddo.


Ti racconto di quella volta che mi emozionai nel vedere una volpe e decisi di portarla con me,
di farmi raccontare le sue storie e di poterle leggere appese ad un cappotto.

Ti racconto di quella volta che avevo voglia di sognare
e iniziai a leggere la mia spilla come pagine di libro,
solo che, alla fine, me l'appuntai al vestito.


(spille in cotone pesante stampato e bottoni vintage)

... ed altre storie.


02 ottobre 2014

Il Signor Fox Lasciami volare...

(Signor Fox in cotone giapponese con inserto coda in lana 100%. Realizzato, decorato e ricamato a mano)



... perché possa toccare le nuvole,
perchè possa saltarci sopra,
perchè possa guardare dritto negli occhi il Signor Sole
perchè possa cantare una serenata seduto sulla Luna.
Lasciami volare su questa mongolfiera
perchè da quassù posso vedere di più,
posso chiedere alle gocce di pioggia di scendere profumate
così da far odorare di buono questo mondo;
posso chiedere agli uccelli di portare tante lettere
perché le sorprese sono belle;
posso incontrare il Signor Vento
e far con lui piroette nel firmamento;
posso incontrare anche te
e regalarti un giro da vero Re!

Signor Fox






23 settembre 2014

Il Mio Primo Fox



"Caro amore mio,
fai la nanna qui con me.
Aspetterò impaziente il tuo risveglio,
così potremo gustare insieme il firmamento.
Ti farò toccare ogni singolo fiore
per sentirne l'odore.
Insieme ascolteremo le chiacchiere del Signor Vento
che ci farà volare in un momento
per tutto l'universo:
volteggeremo intorno a pianeti e mondi incantati
afferreremo stelle comete
e disegneremo cieli stellati su di noi."



E' nato da un uovo (QUI), ha subito avuto un naso di pezza ed io ne sono innamorata!
Sono contenta, questa mattina, di potervi far vedere il piccolo Fox, cucito per poter stare accanto ai più piccoli!



La mamma che me lo ha chiesto, voleva che la sua piccola potesse strizzarlo, mordicchiarlo e stropicciarlo, ma, in realtà Il Signor Fox è troppo alto per lei che non ha ancora un anno! Così è nato "Il Mio Primo Fox", alto solo 25 cm, in cotone giapponese e pannolenci: ricamato a mano e non dipinto proprio per permettere al bambino di poterlo mettere anche in bocca.




18 settembre 2014

Celeste, verde muschio, marrone castagna sono i colori che comincio a vedere...

... se alzo lo sguardo
verso il cielo limpido e frizzantino
se lo abbasso
e guardo il sentiero che percorro
quando vado a camminare:
le foglie cominciano già a scendere dagli alberi
e cominciano a colorare la via.
E quando guardo davanti
vedo questi colori che si toccano, all'orizzonte,
quasi a corteggiarsi come loro:

il Signor Fox "Sottobosco" e
Miss Donkey "I colori del cielo"

(Signor Fox "Sottobosco": cotone giapponese, cotone, ricamato dipinto e realizzato a mano)


 (Miss Donkey "I colori del cielo":: canovaccio in lino, cotone, ricamato dipinto e realizzato a mano)




... ed altre storie!



15 settembre 2014

Di biscotti, di teiere e di tè...



Se penso al tè, non posso fare a meno di ricordare quando, il giorno di Santa Cecilia, il 22 novembre, veniva a trovarmi mia zia, o meglio la sorella di mia nonna, portandomi in dono biscotti. Tutti gli anni la cosa si ripeteva ed io, che invece ero amante del latte, riempivo la tazza di biscotti in modo che assorbissero tutto il tè e ne sentissi il meno possibile il sapore. 


 (Teiere grandezza naturale in cartapesta decorate a mano)

Poi si cresce e quel momento, che a me sembrava noioso, è diventato un dolce ricordo: di quelli che ti fanno sorridere e lucidare gli occhi. A molti anni di distanza ho imparato ad amare il tè e, soprattutto in inverno, è diventato un momento rilassante, di quiete e di "calore": forse perché lo associo a quei ricordi!


 Mi chiedo spesso se la scelta di creare teiere e tazzine non sia dovuta al fatto che effettivamente su di me creano un piacevole senso di tranquillità e le vedo come chiavi magiche che legano il passato con il presente, la fiaba con la realtà e fanno riaffiorare alla mente bei momenti.

E così mi ritrovo a sorridere ed a dirmi "Ma no, che dici, è solo che hai un debole per teiere e tazzine"... 

... però mi rivedo ancora al tavolo di sala, con la gonna, di lana scozzese a pieghe, cucita da mamma, con i calzettoni traforati bianchi fin sotto le ginocchia, imbronciata ed intenta ad inzuppare decine di biscotti nella tazza da tè mentre nonna e la zia chiacchierano.




08 settembre 2014

Mare e racconti

Sono sempre con la testa vicino al mare, sento ancora il buon profumo del solare mescolato alla salsedine e sento ancora il brontolio del mare agitato... Perchè nei miei giorni di vacanza è quasi sempre stato così.

                     

Poi ho anche cucito: sono nate tante bambole Signor Fox in versione autunno/inverno (che non vedo l'ora di fotografare); ho dipinto molte illustrazioni che presto incornicerò e mi sono divertita con Steller, una nuova App conosciuta questa estate su FB, dove si impaginano testi, foto e video! Ho impaginato foto che avevo su Ig insieme a foto di vecchi post, poi mi sono scelta i layout e così sono nati dei brevi racconti. 

                            



E così riprendo piano piano il ritmo, perché tutto insieme proprio non fa per me.





26 luglio 2014

Il Signor Fox e lo scorfano che voleva volare




"Una mattina il Signor Fox se ne stava compiaciuto a bagnomaria in mare, quando gli si avvicinò uno scorfano rosso, lo guardò attentamente e gli chiese:- Che cosa fai qui di bello?
- Sto facendo un bagno in mare e mi sto rilassando guardando i gabbiani volare. - rispose il Signor Fox.
- Piacerebbe molto anche a me volare, invece sono costretto a stare qui nel mare. - aggiunse il curioso scorfano.
- Ma tu sai nuotare e vivi nell'oceano... - lo interruppe il Signor Fox.
- Si, lo so, ma vorrei vedere tutto da un'altra angolazione e visitare mondi incantati
- Ma il tuo mondo sottomarino è così bello e così immenso... Chissà quante avventure potresti avere - aggiunse il Signor Fox.
- Si, ma sai quante di più ne avrei  se potessi volare? - insistette lo scorfano.
- Non serve volare per vivere avventure - disse il Signor Fox.
- Questo lo dici tu! - esclamò lo scorfano.
Allora il Signor Fox uscì dall'acqua:- Aspettami torno subito!
Dopo poco il Signor Fox tornò dallo scorfano con il suo ombrellone e glielo legò sul dorso:- Ora aspetta che si alzi la brezza marina e così potrai iniziare a volare. Infatti dopo poco di alzò un piacevolissimo vento che gonfiò l'ombrellone e così lo scorfano cominciò ad alzarsi dal mare ed a volare.
- È bellissimo volare, vieni anche tu, così vedi che avevo ragione!
Ma il Signor Fox iniziò a ridere:- Io non ho bisogno di alzarmi da terra per volare... Ho la mia fantasia che mi fa esplorare sempre mondi nuovi rimanendo anche nello stesso posto! - rispose."



Speravo di riuscire a scrivere post anche in luglio, ma lavoro ed impegni rendono assai difficile la cosa, quindi mi ritiro per qualche settimana...

Buone vacanze!




Pin It button on image hover