.

.

26 gennaio 2011

Il Mago di Oz


Questa volta si parla di arte, altrimenti non chiamavo questo blog Art & Craft!

A distanza di sei anni sono di nuovo a lavoro con i bambini, con il progetto "Giocalarte".
Fortunatamente vivo in una cittadina dove l'arte è sentita molto anche dagli enti pubblici, quindi molto spesso vengono fatti convegni, workshop ed altre attività dove i bambini ed i ragazzi delle scuole vengono messi a lavoro con artisti.
Progetti interessanti e bellissimi per chi vi partecipa e per chi è spettatore, perché lavorare con i giovanissimi è stimolante e costruttivo anche per noi.
Sei anni fa fui convocata da Matithyah (organizzazione che cura allestimenti ed eventi, attività editoriale, didattica e corsi tutti inerenti all'arte) e dal mio Comune per seguire tre classi elementari alla scoperta di nuove tecniche interpretative ed artistiche, cercando di valorizzare un nuovo linguaggio dell'arte ed andando oltre la semplice illustrazione. Per cercare di rendere più "giocoso" il progetto, seguimmo un racconto di G. Rodari: "La strada che non andava in nessun posto". L'esperienza si dimostrò carica di stimoli per tutti e fu gratificante vedere l'affetto dei piccoli "dopo la tua semina".
Oggi, a "Giocalarte", mi è stata data la libertà di scegliere il testo su cui far lavorare i piccoli. Pensa e ripensa, tutte le volte c'era un vocina che mi diceva "Oz" ed anche se cercavo di ignorarla, questa si ripresentava... alla fine ho ceduto! Mi son detta che quello doveva essere il nostro testo narrante e così è stato.

"Il Mago di Oz" di L. Frank Baum: un racconto ricco di fantasia, dove le case sono rotonde, dove le strade sono di mattoni gialli e dove un paio di scarpette d'argento ti fanno fare cose che mai penseresti... 


Il primo incontro è stato lunedì 17 gennaio presso il nuovo centro per le future generazioni Futuramente ed è stato come la prima volta: emozionante. Ventiquattro bambini ansiosi di sperimentare e di assorbire la tua creatività (mai tanto pura come la loro), felici di riempire i loro fogli bianchi con il colore.


Quest'anno lavorerò come al solito con gli acrilici, li farò sbizzarrire con i pennelli e con il gesso ma introdurrò anche le mie stoffine e la latta... sono ansiosa di vedere cosa uscirà da questa mia quarta esperienza.
Al termine del percorso (sette lezioni di due ore ciascuna) ci sarà l'eposizione finale accompagnata dal lavoro di chi ha seguito il corso, ma di questo avrò tempo di parlarvi più avanti.


Ci vediamo venerdì con il textile post!

Buona giornata creativa

Cecilia

9 commenti:

  1. A nice adventure you are living there.
    It must be marvelloux to share with children your love for the arts.
    Congratulations to you.
    Waiting now for the post on textile
    Kisses
    nat

    RispondiElimina
  2. Invidiabile.Il contatto quotidiano con menti-bambine...che nostalgia!
    Ricordo anche io un lavoro di lettura/animazione proprio con questo libro.
    Buon lavoro...entusiasmante , ne sono certa!

    RispondiElimina
  3. Fantastica iniziativa...non c'è nulla di meglio che stare con le menti pure dei bambini.
    Debora

    RispondiElimina
  4. Ciao Cecilia, sei un amore!!!

    Un bacione grandissimo^^


    Marica

    RispondiElimina
  5. Che bello lavorare coi bambini e complimenti al tuo comune per la sensibilità!
    Mari

    RispondiElimina
  6. Questo post esprime tutta la tua passione per l'arte, la creatività e, in questo caso, l'insegnamento ai bambini. Bellissimo progetto, brava Cecilia, complimenti!

    Un abbraccione
    Laura

    ps.: mi è piaciuta molto la prima frase di questo post ;-)

    RispondiElimina
  7. Ciao! Eccomi qua da FB, non avevo notato che sei toscana! Ma di dove sei? davvero siamo vicine? Sarebbe bello incontrarsi!!!

    RispondiElimina
  8. Ciao Cecilia! Mi fa piacere poter vedere la tua arte non solo su FB ma anche nel blog e colgo l'occasione per farti i complimenti per il progetto Giocalarte. Penso che l'esperienza ltre ad essere positiva sarà ricche di emozioni e sorprese, con i bambini non può non essere così!

    RispondiElimina
  9. Questi laboratori sono una vera ricchezza per entrambi: per te, e per i bimbi :-)
    Buona giornata, ciao
    e°*°

    RispondiElimina

grazie per avermi lasciato un commento