.

.

02 marzo 2011

[Sazia... mente]



Buongiorno a tutte... si è vero, ho rallentato un po con il blog...
per farmi perdonare, questa mattina vi offro due in uno: creazione e ricetta.
Direte voi cosa c'entrano le due cose? Potrei dire niente... come molto...
è solo che mentre cucivo questa pochette, sui fornelli di cucina, cuoceva la ribollita alla toscana e visto che mi sono ritrovata un bellissima verza tra le mani, ho deciso che sarebbe stata la scenografia per questa pochette. Ed è anche vero che il buon cibo stimola i sensi e quindi ben vengano gli stimoli per la nostra mente!!!


Vi avevo detto qui che questo specchietto non poteva rimanere da solo?
Ecco fatta la custodia (con un pochino di ritardo perché le cose sono sempre tante) per lo specchietto.


Sempre di ispirazione vintage, di lino con interno in jeans ed un grande fiocco, volutamente sfrangiato,  ad abbellire insieme a passamaneria a crochet con perline di madreperla.



Ed ora ecco l'altra sorpresa della mattina: la ricetta della ribollita, uno dei piatti più diffusi della cucina toscana!
Come dice il nome ribollita significa bollita di nuovo. Una volta pronta la zuppa insieme alle fettine di pane, per ottenere una ribollita è sufficiente scaldarla in forno coperta da uno strato superficiale di fettine assai sottili di cipolla, naturalmente il tegame utilizzato è il tradizionale coccio. Una volta imbiondita la cipolla in superficie si può servire calda con olio a crudo.


250 gr di pane toscano (non salato) e tagliato a fette sottili
fagioli cannellini 800 gr.
bietola fresca q.b.
1 mazzetto di cavolo nero
1/2 cavolo verza
5 carote medie
4 patate medie
3 gambi di sedano, meglio se bianco
1 cucchiaio di concentrato di pomodori
2 pomodori rossi
1 cipolla media
2 spicchi d’aglio
sale e pepe q.b.


Tagliate a pezzi le verdure, lessate i fagioli cannellini e passateli al setaccio con la loro acqua di cottura, lasciatene alcuni interi, intanto fate soffriggere in una pentola la cipolla con l’olio. Quando la cipolla sarà imbiondita potrete aggiungere anche i pomodori rossi ed il concentrato. Dopo alcuni minuti di cottura a fuoco medio aggiungete la purea di fagioli e quelli interi, mescolate ed aggiungete tutte le altre verdure a pezzetti. Salate e pepate a piacere. Lasciate cuocere per 2 ore almeno dopo avere aggiunto 6 mestoli di acqua. La zuppa va servita su un fondo di almeno 2 fette di pane precedentemente abbrustolito e strofinato con l’aglio.
Buon appetito!
(Per le giuste quantità ho preso i riferimenti da cucina e ricette)

Approfitto del post, per ricordarvi che tra meno di una settimana scade il mio Blog Candy.
Se non lo avete già fatto, partecipate, avete tempo fino all'8 marzo.


 Per partecipare clicca QUI.

10 commenti:

  1. Che accostamento originale e bellissimo!!!
    Grazie per la ricetta e complimenti sinceri per la pochette!

    RispondiElimina
  2. BELLISSIMO IL PORTASPECCHIO!!!Originale e raffinato come sempre!e che CUOCA! GRAZIE DELLA RICETTA! Oggi ho fatto un post su una lez.di taglio e cucito, tu sei già brava, ma mi farebbe piacere che partecipassi!BACIONI!

    RispondiElimina
  3. Ciao Cecilia!
    Che bello ritrovarti :)
    La tua pochette è proprio graziosa e trovo sia geniale l'idea della verza come scenografia!
    Ma vedo che hai indetto un blog candy... e che sono ancora in tempo... scusa ma corro subito a partecipare!
    Baci

    RispondiElimina
  4. Ciao Cecilia, le foto della pochette accostata alla verza mi fanno impazzire! Un'idea proprio ben riuscita. La pochette è stupenda. E da ultimo, grazie per la ricetta della ribollita, la proverò di sicuro, anche se sono dell'idea che certi piatti tipici bisogna imparare a farli nelle cucine delle nonne e delle mamme, o almeno nel loro luogo di origine... ma mi impegnerò lo stesso!
    A presto

    RispondiElimina
  5. Che belle queste foto...accostamenti davvero originali.
    Debora

    RispondiElimina
  6. bellissimo il tuo blog, complimenti!
    mi iscrivo e ti seguo^_^
    ciao!
    barbara

    RispondiElimina
  7. Bello e buono!! Che abbinamento!

    Ciao,
    Arianna

    RispondiElimina
  8. Ciao cara!

    GRAZIE per la ricetta e grazie per la "delizia" portaspecchio che ci ha offerto! ;o)

    Kisses. NI

    RispondiElimina
  9. Brava Cecilia, sempre tanto buon gusto!!!

    Un bacione grande^^

    Marica

    RispondiElimina
  10. complimenti,per il porta specchio e la tua ricetta,anch'io ho rallentato con i post,ma in questo periodo non riesco più a fare tutto forse sopraggiunge la vecchiaia!!!!
    nooooooooooooooooo,aiuto!!!!!

    RispondiElimina

grazie per avermi lasciato un commento