.

.

06 marzo 2015

L'elefante tatuato



Tra luci colorate
e salti e capriole
gli artisti equilibristi
volteggiano lassù,
toccando con la mano
il tendone decorato.
Ma la musica aumenta:
signori e signore
una cosa eccezionale,
un animale sorprendente
che gira liberamente,
senza fruste e schiavitù!
Su una palla a strisce rosse
gira allegro e spensierato
un bianco elefante tatuato:
di stelle blu è ricoperto
per ricordare il firmamento.
Mai si è vista una cosa così:
bolle di sapone fa uscire dal suo naso
ma se vuoi anche lo zucchero filato.
Tutti stupiti da tanta magia
e poi puf...
come è arrivato
in un soffio va via!



4 commenti:

  1. Ciao Cecilia!! Che meraviglia ....mi piace davvero tanto...buona serata, Anto

    RispondiElimina
  2. È splendido, come la poesia che l'accompagna.
    Complimenti!
    Marina

    RispondiElimina

grazie per avermi lasciato un commento